Cerca in VAOL nel web
 
Prima pagina Colico Mandello Lario Occidentale Valchiavenna Morbegno Bassa Valle Sondrio Valmalenco Tirano Aprica Bormio Livigno Bregaglia Poschiavo
CRONACHE ATTUALITA' ECONOMIA POLITICA SPORT CULTURA E SPETTACOLI TUTTO TURISMO FUORI VALLE CINEMA COMUNI
photo gallery video gallery bacheca blog webcam foto del giorno wallpaper sondaggi newsletter link utili Lombardia Quotidiano Immobili

Pubblicato il 26.04.2011
  Sfoglia l'archivio Sondaggi »
 
Letto 2725 volte

Condividi Facebook Twitter Friendfeed


Libia. Anche l'Italia parteciperà ai bombardamenti. Sei d'accordo?

Il Governo italiano ha annunciato di aver dato il proprio assenso ai bombardamenti della Libia, modificando di fatto l'atteggiamento prudente manifestato in precedenza. La decisione del premier Silvio Berlusconi è stata presa al termine di una telefonata con il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama.




Totale votanti: 36

1.

1.1 Libia. Anche l'Italia parteciperà ai bombardamenti. Sei d'accordo?


16,67 % 6 voti 16,67%
No 83,33 % 30 voti 83,33%
Non so 0,00 % 0 voti 0,00%

  5 commenti    
5
Allocco
Aggiunto il 01.05.2011 da angelo

...e naturalmente, essendo Lei depositario del verbo, naturalmente non facente parte degli "allocchi" essendo illuminato, avrà senzaltro pronta una lista di questi eccelsi personaggi pronti a timonar l'Italia. Prodi ???? Dini??? e compagnia bella....


4
pero' dicano almeno la verità...
Aggiunto il 29.04.2011 da va
Che mandino pure i nostri caccia a regalare un po' di bombe all'ex amico di Berlusconi,dopo i baciamano ed i leccaggi del passato!Ma che almeno dicano che lo facciamo non perchè i Libici ci stanno particolarmente a cuore,ma semplicemente perchè dobbiamo difendere i nostri interessi economici sul posto ed affrettare l'insediamento di un nuovo governo libico,che ci aiuterà a tenere a freno le partenze sui barconi,come succedeva prima col colonnello!Perchè questa è la verità,altro che difesa dei diritti umanitari e dei civili!Guardate quanto noi ed il mondo intero ce ne freghiamo della Siria,dove nessuno ha interessi economici...Eppure anche lì ogni giorno ci sono stragi in piazza da parte di un regime sanguinario!

3
Avanti, Finmeccanica!
Aggiunto il 28.04.2011

Pochi mesi fa, abbiamo assistito agli inchini e baciamano nei confronti di un pazzoide sanguinario, garante di tanti nostri interessi economici.
A parte il fatto che, il governo Berlusca-Bossi-Scilipoti penso abbia stancato anche gli ultimi allocchi, stanno decisamente puntando a rinforzare i nostri apparati bellici e le azioni di guerra dove già stiamo e dove andiamo domani.
La diplomazia, per trovare accordi di pace e usare risorse in tal senso no, nuove sofferenze agli sfortunati popoli sì.
Tutto in nome degli interessi mastodontici delle nostre maggiori multinzionali che di etico non hanno nulla.
Se nel nostro paese e in Europa, non ritorneranno al timone le persone migliori avremo altri anni bui.


2
ok
Aggiunto il 28.04.2011
concordo!

1
NON CI CREDO!!!!!!!!!!!!!
Aggiunto il 26.04.2011 da florenz
NON CI CREDO CHE SIAMO CAPACI DI COSI TANTO !!!!!!!!
Un Paese come il nostro, che non è capace di difendere e pretendere il rispetto dei suoi confini, di terra e di mare, da ingressi illegali di chiunque sia... confini che sono anche dell'unione europea (spazio shenghen) attirandoci addosso il disprezzo, e /o il compatimento dei paesi seri dell'Europa, per i quali siamo da sempre il ventre molle dell'europa, ovvero un paese assolutamente inaffidabile, con istituzioni alla sbando da sempre, e leggi che non valgono nulla, vengono approvate, e subito tradite da chi le ha fatte..... e mai assolutamente fatte rispettare....ma se non siamo nenche capaci di usare le forze armate per controllare le nostre acque territoriali... cosa volete che c'andiamo a fare in LIBIA??? siamo solo ridicoli...dobbiamo solo baciare i piedi ( e qualcosa'altro) ogni giorno, a quei paesi dell'Unione Europea che ci fanno la carità di tenerci dentro l'Unione, per evitare il disastro economico ed istituzionale----------poss. smettiamola di festeggiare compleanni e minchiate varie di questo paese, e cominciamo tutti a guardare al futuro, riflettere, viaggiare per l'europa e copiare il più possibile,dai vari paesi, per migliorarci un pò, tenendo anche presente poss. che la diversità delle varie provincie e regioni d'Italia è una grande ricchezza che và assolutamente mantenuta tale, introducendo subito nel nostro paese un vero federalismo, prima riforma da fare..------




  Le notizie più lette    



Assicurazione auto online Linear

Linear, l'assicurazione online del Gruppo Unipol.
Per la tua polizza auto scegli un rapporto qualità-prezzo al TOP. Calcola un preventivo su Linear.it