Cerca in VAOL nel web
 
Prima pagina Colico Mandello Lario Occidentale Valchiavenna Morbegno Bassa Valle Sondrio Valmalenco Tirano Aprica Bormio Livigno Bregaglia Poschiavo
CRONACHE ATTUALITA' ECONOMIA POLITICA SPORT CULTURA E SPETTACOLI TUTTO TURISMO FUORI VALLE CINEMA COMUNI
photo gallery video gallery bacheca blog webcam foto del giorno wallpaper sondaggi newsletter link utili Lombardia Quotidiano Immobili

Pubblicato il 16.11.2007
 
Categoria: VALCHIAVENNA | ATTUALITA'  
Letto 3801 volte

Condividi Facebook Twitter Friendfeed


Allacciamenti al metano: il comune di Chiavenna protesta

Il sindaco Pozzoli scrive una lettera di reclamo a Enel Gas. Ecco i motivi.

Il Comune di Chiavenna ha protestato nei confronti di Enel Gas e Enel Energia per i disagi riscontrati per l'allacciamento del metano agli edifici di proprietà del municipio.  Ecco la sintesi della missiva.


Giampaolo Pozzoli.
«Il nostro ufficio tecnico - spiega il sindaco Giampaolo Pozzoli - ha seguito direttamente circa venti pratiche per l'attivazione del contratto di fornitura gas per edifici comunali. Ci sono problematiche che creano notevoli disservizi all'utente e inutili perdite di tempo. Le numerose lamentele presentate dai cittadini di Chiavenna hanno evidenziato, anche con petizioni scritte, problemi enormi a ottenere la fornitura. Il numero verde di Enel Energia 800 900 860 non funziona correttamente: ci sono tempi di attesa di circa 10-15 minuti per ogni singola telefonata senza avere la garanzia di riuscire a risolvere il problema. Dal momento della richiesta della documentazione a quello dell'accertamento documentale sono passati anche uno o tre mesi. Per le procedure di accertamento sulla documentazione commerciale, che viene eseguito dalla società rivenditrice di gas, talvolta è stata riscontrata la mancanza di documentazione che invece era stata inviata correttamente. Le pratiche seguite direttamente dal nostro ufficio sono state verificate dalla Società Esys Engineering Systems. Dopo oltre due mesi di tentativi, siamo riusciti ad avere un numero di telefono per chiedere chiarimenti sullo stato dell'accertamento che doveva concludersi in uno o due giorni al massimo. Se riscontrano difformità, i referenti chiudono la pratica e non permettono di integrare con nuovi documenti. Quando la pratica viene chiusa, il cliente deve ripetere la procedura dall'inizio con un nuovo numero d'ordine. L'interessato non viene informato dell'avvenuta chiusura della sua pratica e non può pertanto attivarsi per una nuova richiesta, allungando ulteriormente i tempi per ottenere la posa del contatore. Nelle lettere con le quali Enel Rete Gas SpA comunica all'utente l'esito negativo dell'istruttoria formale, è indicato anche il numero telefonico 02/23208259 e l'indirizzo e-mail postcontatore.gas@enel.it  al quale è possibile rivolgersi per chiarimenti, ma questi riferimenti non sono attivi: il telefono è sempre occupato e alle mail non risponde mai nessuno».




  Le notizie piĆ¹ lette    



Assicurazione auto online Linear

Linear, l'assicurazione online del Gruppo Unipol.
Per la tua polizza auto scegli un rapporto qualità-prezzo al TOP. Calcola un preventivo su Linear.it