Cerca in VAOL nel web
 
Prima pagina Colico Mandello Lario Occidentale Valchiavenna Morbegno Bassa Valle Sondrio Valmalenco Tirano Aprica Bormio Livigno Bregaglia Poschiavo
CRONACHE ATTUALITA' ECONOMIA POLITICA SPORT CULTURA E SPETTACOLI TUTTO TURISMO FUORI VALLE CINEMA COMUNI
photo gallery video gallery bacheca blog webcam foto del giorno wallpaper sondaggi newsletter link utili Lombardia Quotidiano Immobili

Pubblicato il 15.01.2017 - ore 14:01
 
Letto 7046 volte

Condividi Facebook Twitter Friendfeed


Energia: finalmente accreditate le agevolazioni per il 2014

'Importante passo avanti, ma i costi energetici per le aziende rimangono ancora troppo elevati'.

Finalmente una buona notizia per le aziende a forte consumo di energia: il 31 dicembre scorso hanno ricevuto l’accredito delle agevolazioni promesse dallo Stato relativamente alla fornitura di energia elettrica sostenuta nell’anno 2014, somme che per le aziende del nostro territorio possono variare da qualche decina a qualche centinaia di migliaia di euro. Lo sblocco dei rimborsi è frutto di un primo accordo tra il Ministero dello Sviluppo Economico e la Commissione Europea, nel contesto della procedura di verifica di compatibilità del meccanismo delle agevolazioni con la disciplina europea in materia di aiuti di stato.


“Non possiamo che guardare con soddisfazione a questo passo avanti, da noi fortemente auspicato in più occasioni, nell’annosa questione dei contributi destinati alle imprese a forte consumo di energia, esempio paradigmatico di quanto i problemi di ordine burocratico e istituzionale siano di ostacolo all’attività imprenditoriale – ha dichiarato Ambrogio Bonfanti, Presidente del Consorzio Adda Energia dell’Api di Sondrio – Siamo, infatti, di fronte al paradosso di un provvedimento ideato per agevolare le imprese ma che ha comportato molti oneri aggiuntivi per gli imprenditori, obbligati a sostenere spese di consulenza, ad attuare un audit e a sottoscrivere contratti fideiussori, rimanendo poi in attesa per troppo tempo delle agevolazioni promesse”.


Le novità non finiscono qui: con la delibera 801/2016/R/REL, infatti, l’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (Aeegsi) ha dato disposizioni operative alla Cassa per i Servizi Energetici e Ambientali (Csea) per la raccolta dei dati relativi all’anno 2015 delle aziende energivore. In particolare, sarà aperto entro il 31 gennaio un portale dedicato, dopo di che le aziende avranno 60 giorni di tempo per dichiarare i propri parametri.


“Questi contributi sono sicuramente una iniziativa importante per molte aziende – ha concluso Bonfanti – ma è uno sforzo ancora insufficiente soprattutto per le Pmi italiane che, dovendo far fronte a un costo dell’energia di molto superiore rispetto ai competitors stranieri, subiscono un grande gap di competitività. Auspichiamo, pertanto, che si provveda al più presto all’ideazione e alla promulgazione di una politica energetica capace di alleggerire la spesa in energia elettrica e gas”.






  Le notizie piĆ¹ lette    



Assicurazione auto online Linear

Linear, l'assicurazione online del Gruppo Unipol.
Per la tua polizza auto scegli un rapporto qualità-prezzo al TOP. Calcola un preventivo su Linear.it