Cerca in VAOL nel web
 
Prima pagina Colico Mandello Lario Occidentale Valchiavenna Morbegno Bassa Valle Sondrio Valmalenco Tirano Aprica Bormio Livigno Bregaglia Poschiavo
CRONACHE ATTUALITA' ECONOMIA POLITICA SPORT CULTURA E SPETTACOLI TUTTO TURISMO FUORI VALLE CINEMA COMUNI
photo gallery video gallery bacheca blog webcam foto del giorno wallpaper sondaggi newsletter link utili Lombardia Quotidiano Immobili

Pubblicato il 26.10.2004
 
Categoria: VALCHIAVENNA | SCUOLA  
Letto 1290 volte

Condividi Facebook Twitter Friendfeed


ESERCIO ITALIANO

L'Esercito propone ai giovani nuovi sbocchi per il loro futuro professionale.

La legge 23 agosto 2004 n. 226, nel sancire la sospensione della leva, introduce le nuove figure professionali del militare a ferma prefissata di un anno (VFP1) e del militare in ferma prefissata quadriennale (VFP4). In sintonia ai predetti dettami legislativi è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 4^ Serie Speciale n. 77 del 28 settembre 2004 il 1° bando di arruolamento per volontari in ferma prefissata di un anno nell’Esercito Italiano. L'arruolamento è aperto a uomini e donne di età compresa fra i 18 ed i 25 anni e stabilisce di essere alto almeno 1,61 se donna ed 1,65 se uomo. I candidati, single o sposati, devono possedere requisiti di moralità e condotta incensurabile e un diploma di istruzione secondaria di primo grado (3a media). La domanda di arruolamento, redatta sull’apposito modulo scaricabile dal portale dell’Esercito, corredata dalla copia del documento di riconoscimento e dal certificato d’idoneità allo svolgimento di attività agonistica (in corso di validità e per qualsiasi disciplina sportiva), potrà essere presentata ad un qualunque distretto militare. Nella domanda si potrà indicare la regione in cui si vorrebbe essere impiegati. La stessa potrà essere spedita anche a mezzo raccomandata A/R al distretto militare. I civili saranno chiamati ad effettuare una serie di accertamenti sanitari ed attitudinali presso i centri di selezione stabiliti nel bando d'arruolamento, per verificare l'idoneità quale VFP, Il VFP1 percepirà inizialmente circa 700 € mensili, con un incremento di 50 € per chi vorrà svolgere il servizio nei reparti alpini e, dopo il primo anno la retribuzione aumenterà. Il VFP1 percepirà anche altre d’indennità, con vitto, alloggio e vestizione a carico della Forza Armata. Al termine del primo anno di servizio i militari acquisiranno il “patentino”, quale unica possibilità, per accedere ai concorsi presso le forze armate, i corpi armati dello stato e il corpo militare della croce rossa italiana. Per il 2005 i posti disponibili saranno 23.500, compresivi dell’aliquota riservata alle donne. Il 70% dei posti sarà riservato ai volontari in ferma annuale (VFA) in servizio o in congedo senza demerito ed a chi abbia completato senza indegnità il servizio di leva anche in qualità di ausiliario nelle forze di polizia ad ordinamento militare o civile e nel corpo nazionale dei vigili del fuoco, il restante 30% andrà al personale civile di entrambi i sessi. Le date per l’arruolamento hanno cadenza bimestrale tranne il primo blocco, per un totale di sei bandi all'anno ed altrettante immissioni in servizio. Per il 1°blocco è prevista l’incorporazione nel mese di febbraio 2005, per n. 4.254 posti. La domanda di partecipazione può essere presentata dal 1° ottobre 2004 e deve pervenire entro il termine del 30 ottobre 2004. Le domande che giungeranno dopo la data di chiusura del blocco saranno ritenute valide ed inserite d'ufficio nel blocco successivo. Fonte: www.caserta24ore.it



  Le notizie più lette