Cerca in VAOL nel web
 
Prima pagina Colico Mandello Lario Occidentale Valchiavenna Morbegno Bassa Valle Sondrio Valmalenco Tirano Aprica Bormio Livigno Bregaglia Poschiavo
CRONACHE ATTUALITA' ECONOMIA POLITICA SPORT CULTURA E SPETTACOLI TUTTO TURISMO FUORI VALLE CINEMA COMUNI
photo gallery video gallery bacheca blog webcam foto del giorno wallpaper sondaggi newsletter link utili Lombardia Quotidiano Immobili

Pubblicato il 13.12.2011 - ore 15:05
 
Letto 1874 volte

Condividi Facebook Twitter Friendfeed


L'Happy Chorus di Delebio infiamma Gravedona. Le foto

Le date delle prossime esibizioni valtellinesi durante le vacanze natalizie.

Chiesa parrocchiale gremita - giovedì 8 dicembre - a Gravedona per il concerto di spiritual e gospel dell’Happy Chorus di Delebio.L'appuntamento, che si inserisce in una serie di esibizioni che il coro terrà durante le festività natalizie, è stato organizzato dalle Pro Loco di Gravedona, Germasino e Consiglio di Rumo.


ZULU, INGLESE, ISRAELIANO

Il concerto è iniziato con i tamburi di “Siyahamba”, cantata in lingua zulu, ed è proseguito con “I will follow him”, la celebre colonna sonora del film Sister Act. Dopo un insolito “Hosanna”, l'Happy Chorus ha proposto agli spettatori il trittico dedicato al Natale, cantando le dolcissime “Mary did you know”, “Oh holy night” e l’omaggio a Gesù Bambino con “Jesus what a wonderful child”. Oltre all'inglse e allo zulu, il gruppo delebiese si è esibito anche in lingua israeliana, con Oseh Shalom”.


CANTI E BALLI - VAI ALLA PHOTO GALLERY

Anche il pubblico ha partecipato attivamente al concerto, battendo le mani a tempo di musica grazie al sapiente coinvolgimento del maestro Cesare Dell’Oca e del presentatore e corista Marzio Vergottini. E “Siyahamba”, con cui il coro delebiese aveva aperto la serata, è stata riproposta al momento giusto per alzare l’intensità gospel con i prestenti invitati a cantare e a danzare.

Con “I believe”, poi, si è tornati alla religiosità allo stato puro, nient’altro che il Credo che si recita o canta nelle nostre assemblee domenicali, ma proposto in una veste completamente rivoluzionata. Un attimo di calma con “The storm is passing over”, passando per la scherzosa “Ride the chariot”, proposta per la prima volta, per poi entrare nella parte conclusiva in cui la temperatura si è innalzata vertiginosamente con la riassuntiva “This is the gospel of Jesus Christ”, la trascinante “Lift him up” e il fuoco finale con “He never failed me yet”, “When all God’s children”. Per chiudere in bellezza, poi, “Oh happy day”, con il pubblico in piedi a cantare e battere le mani.


SUCCESSO

Ancora una volta, quindi, obiettivo centrato per l’Happy Chorus che dal 1998 rappresenta l’anima gospel valtellinese, fedele al motto che prevede nei suoi concerti: “Non un coro che canta e un pubblico che ascolta, ma un’assemblea unica che partecipa attivamente e prega cantando” .L'Happy Chorus, accompagnato alle tastiere da Davide Riva, prosegue così la tournèe natalizia iniziata il 3 dicembre da Como.


LE ALTRE DATE

Sabato 17 dicembre – Poggiridenti – ore 21 - Chiesetta del Buon Consiglio

Venerdi 23 dicembre – Piateda – ore 21 - Chiesa di S. Croce

Martedi 27 dicembre – ore 21 – Torre di S. Maria – Chiesa parrocchiale

Giovedi 29 dicembre – Dervio – nell’ambito della rassegna corale “Un canto per loro”

Venerdi 30 dicembre – ore 21 - Lanzada – Chiesa parrocchiale

Mercoledi 4 gennaio 2012 – Aprica – ore 21 – Centro polifunzionale


A cura di Viviana Bonetti

vivi.bonetti@gmail.com




  Le notizie più lette