Cerca in VAOL nel web
 
Prima pagina Colico Mandello Lario Occidentale Valchiavenna Morbegno Bassa Valle Sondrio Valmalenco Tirano Aprica Bormio Livigno Bregaglia Poschiavo
CRONACHE ATTUALITA' ECONOMIA POLITICA SPORT CULTURA E SPETTACOLI TUTTO TURISMO FUORI VALLE CINEMA COMUNI
photo gallery video gallery bacheca blog webcam foto del giorno wallpaper sondaggi newsletter link utili Lombardia Quotidiano Immobili

Pubblicato il 21.12.2010 - ore 09:22
 
Categoria: SONDRIO - VALMALENCO | SPORT  
Letto 6453 volte

Condividi Facebook Twitter Friendfeed


Sondrio Street climbing 2010: i partecipanti superano quota cento. Le foto della giornata

Primi a pari merito Luca Tenni e Nicola Bruseghini.

foto Luca Biscotti
foto Matteo Tartero
Sondrio, sabato 18 dicembre. Ore 19.30. Sul campanile di Piazza Campello due strane sagome, illuminate da un fascio di luce, avanzano verso l'alto, parallele, aggrappandosi a ogni pietra e sporgenza della torre ligariana. La folla che si è radunata lì sotto però, non sembra particolarmente in ansia. Anzi, tutto attorno sono urla di incoraggiamento, applausi, fuochi artificiali: anche quando, a un certo punto, una delle due figure piomba all'indietro, rimbalzando per un attimo nell'aria. La sagoma che si trova più in alto, a questo punto, afferra la corda a cui è legato il compagno, e con uno sforzo immane lo issa oltre il passaggio più impegnativo, attendendolo.

Solidarietà tra eccentrici esibizionisti?

No, è la scenografica finalissima del "Sondrio Street Climbing 2010", che anche quest'anno ha visto la luce grazie all'impegno del CAI sezione Valtellinese e del suo Gruppo Giovani, in collaborazione con Luca Maspes (Guide Alpine Val di Mello), ArsenikoFilm, Bonazzi editore, la rivista Le Montagne Divertenti, l'azienda Monvic, i Vigili del Fuoco di Sondrio ed il patrocinio del Comune e della Provincia di Sondrio.


foto Luca Biscotti
foto Matteo Gianatti
I VINCITORI

Le due misteriose figure sopra descritte hanno nomi e cognomi, e presumibilmente delle buone braccia: si chiamano Luca Tenni e Nicola Bruseghini e sono i vincitori a pari merito della nuova edizione della vivace kermesse verticale che, per il secondo anno consecutivo, ha obbligato i sondriesi a osservare con rinnovata attenzione i particolari architettonici della loro città, come colonne e cornicioni ma anche le geometrie delle sedi delle banche locali e dei palazzi istituzionali.


foto Matteo Gianatti
foto Matteo Tartero
SIT-START

Sono arrivati a oltre quota 100, dai 75 dello scorso anno, i ragazzi che si sono sfidati lungo il divertente circuito di passaggi di arrampicata distribuiti per tutto il centro storico della città: dal Municipio, alle banche, alla questura.

Che arrivino dalla Svizzera, dal Belgio, dalla Val Camonica o dalla bergamasca non ha importanza, il linguaggio è unico ed è lo slang comune a tutti gli arrampicatori del mondo: si parla di sit-start, di svasi e di perfetto grip (aderenza per le mani, per altro favorita dalle proibitive temperature della serata).

Ma anche ai “non addetti ai lavori” la manifestazione di sabato ha regalato molte sorprese: grazie alla filodiffusione di radio TSN, che ha richiamato l'attenzione dei passanti sulla spettacolare gara in corso, e grazie a raffinati giochi di luce proiettati sul campanile, la città intera è stata investita da un'ondata di giovane vitalità.


foto Luca Maspes
foto Matteo Gianatti
LA MANIFESTAZIONE

Come lo scorso anno, l'iniziativa ha avuto il suo “campo base” in Piazza Garibaldi dove, oltre al gazebo per le iscrizioni e la palestra di roccia per i bambini, il CAI ha provveduto a ristorare gli spiriti raffreddati dei sondriesi con l'immancabile falò ed il vin brulè, affezionato ospite delle feste natalizie.

Dopo l'appuntamento con la semifinale, in cui gli 8 migliori atleti si sono sfidati in una gara in parallelo abbracciati alle colonne della banca Credito Valtellinese, e dopo una allegra parentesi natalizia che ha visto protagonisti due babbi natale “climber”, calatisi dalla cima del campanile con sacchi di dolci e caramelle, è stata senza dubbio la suggestiva finalissima ad attirare l’attenzione dei passanti: un’arrampicata di circa 20 metri su piccoli appigli e spioventi cornicioni fino al top, posizionato in mezzo al campanile, illuminato con i potenti fari dei Vigili del Fuoco.


I PREMI

Una volta decretati i vincitori, Nicola Bruseghini e Luca Tenni tra gli uomini (terzi a parimerito Matteo Sera e Matteo De Zaiacomo), Martina Frigerio e Greta Albertoni tra le ragazze, i partecipanti si sono spostati verso il locale Jack Daniels di Albosaggia dove li attendevano la lettura della classifica ufficiale e la consegna dei premi, andati ai migliori scalatori ma anche ai fortunati estratti a sorte tra le schede di iscrizione.

Nella divertente atmosfera di fine serata, gli atleti hanno potuto ritrovarsi e suggellare con una buona birra e una pizza un'amicizia nata durante la giornata o una esistente già da tempo, come quella tra i due sportivi vincitori. La città di Sondrio ancora una volta ringrazia per lo spettacolo che si annuncia a diventare l'evento sportivo delle feste natalizie.


Silvia Miotti




  Le notizie più lette